Come scegliere tra due integratori con costo significativamente diverso?

Come scegliere tra 2 integratori con costo significativamente diverso

Quante volte avete deciso di acquistare un integratore, ma la scelta sembrava impossibile davanti a prodotti apparentemente simili con prezzi decisamente differenti?

Normalmente la differenza è racchiusa nella qualità delle materie prime, nella sicurezza e nella ricerca all’innovazione che sta dietro a ogni formulazione. Ci sono anche i casi in cui il prezzo alto è giustificato anche dai costi di marketing (come per esempio pubblicità in tv, sponsorizzazioni di celebrità che affermano di usare il prodotto ecc.)

Vediamo in dettaglio gli aspetti da prendere in considerazione:

Rapporto tra prezzo e concentrazione del prodotto. Partiamo dalla dose giornaliera indicata e la concentrazione delle materie prime per ciascuna capsula/pillola. Questo aspetto è spesso sottovalutato, ma ci indica l’efficacia del prodotto. Non fatevi ingannare dai prodotti a prezzo basso in cui anche la concentrazione di materie prime e bassa (quindi poco efficace).

Per esempio: dobbiamo scegliere tra 2 prodotti che hanno lo stesso prezzo e stesso numero di capsule/pillole. Per il primo, la dose giornaliera raccomandata significa 2 capsule. Con il secondo prodotto, il fabbisogno giornaliero viene soddisfatto con 4 capsule. In questo caso scegliamo il primo prodotto.

Qualità e la sicurezza delle materie prime utilizzate. Alcuni produttori preferiscono acquistare materie prime a basso costo dai Paesi in cui la legislazione sul controllo di qualità e sicurezza è molto meno restrittiva di quella presente in Europa. Ma ci sono anche le aziende che scelgono con cura i loro fornitori certificati, così da garantire la sicurezza del proprio prodotto. La qualità delle materie prime usate influisce tantissimo sul prezzo finale del prodotto.

L’origine naturale o sintetica delle materie prime. I prodotti a base di principi attivi estratti da fonti naturali solo la scelta migliore. Sicuramente le materie prime sintetiche sono meno costose, ma il corpo può considerarle tossiche e creare infiammazione per eliminarle.

La biodisponibilità. È molto importante capire quanto del prodotto viene assorbito dal nostro corpo, e quanto eliminato. I prodotti di qualità si distinguono dall’utilizzo della migliore combinazione di componenti, in grado di aumentare la biodisponibilità e incrementare la quantità assorbita dal corpo. Per esempio, nei migliori integratori di Calcio è presente anche la Vitamina D, che favorisce l’assorbimento intestinale del calcio.

Un integratore non va scelto in base a quante volte l’abbiamo visto in tv o dal fatto che un personaggio pubblico (influencer) che ha un contratto con l’azienda lo raccomanda.

Affidiamoci ad aziende serie, che hanno a cuore il benessere e la sicurezza del consumatore più che il guadagno.